Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni leggi la cookie Policy

Privacy Policy
FacebookTwitterWordpressYoutube

ASPETTANDO IL BIG MATCH BIELLESE - STRESA

Prima giornata del girone di ritorno in Eccellenza girone A e alle ore 14:30 di domenica 23 gennaio, allo stadio "Pozzo -.Lamarmora" di Biella andrà in scena lo scontro al vertice fra la capolista bianconera di Alberto Rizzo e i "Blues" di Giorgio Rotolo, secondi con un punto in meno.

Dopo un mese di sosta, lo Stresa torna ufficialmente in campo nel nuovo anno. Inizio subito scoppiettante con la trasferta nel glorioso stadio di Biella, dove è atteso dalla squadra laniera che vincendo 3-0 il recupero del 29 dicembre a Trino Vercellese, si è nuovamente insediata al comando della classifica, fregiandosi anche del platonico titolo di campione d'inverno. Un duello fra le squadre dei presidenti Rossetto e Pozzo che è durato per l'intero girone d'andata, iniziato il 12 settembre proprio con la sfida del "Forlano", sbloccata dopo appena 2 minuti da uno dei grandi ex Paolo Scienza, pareggiata da una magistrale punizione di capitan Frascoia, rimessa a favore biellese a fine primo tempo con Panatti, che nella ripresa calciò sul palo un rigore,  chiusa sempre nella seconda frazione da una doppietta di Varvelli e dal 5-1 definitivo di Canton. Gli ultimi due marcatori non fanno più parte della squadra, essendosi trasferiti rispettivamente a Chieri in serie D e a Cossato in Promozione. Fu quello un pesante ko per il team del Ds Biscuola, che ha comunque saputo reagire brillantemente inanellando 11 risultati utili consecutivi, fino al 21 novembre, giorno della seconda e ultima sconfitta, patita sempre fra le mura amiche, contro l'Oleggio che, come le sfidanti dell'odierna giornata, può vantare l'imbattibilità in trasferta. Poi i "Blues" hanno fatto bottino pieno in casa contro Verbania e Pro Eureka e pareggiato 2-2 a Pianezza contro il Borgaro, concludendo la fase ascendente del campionato con 36 punti, 19 in casa e 17 esternamente, segnando 38 gol e subendone 20. Sono 11 i giocatori finora andati a bersaglio. Secci è colui che ne ha segnati 9 tutti su azione, così come i 7 di Zenga, po c'è Mancuso con 6, Bonura con 4, Geno con 3, Frascoia, Manfroni ne Negretti a quota 2, un gol a testa per Bellocci, Moia e Scibetta. La squadra di Alberto Rizzo può vantare quasi tutti i primati dell'intera Eccellenza piemontese: 45 reti segnate con una media di 2,81 a partita. Ha il capocannoniere dell'intero Piemonte, Angelo Panatti già a bersaglio 14 volte, mentre le altre 31 marcature sono distribuite fra Naamad con 7, Latta con 6, Scienza e Varvelli con 5, Artiglia con 3, Agnesina con 2 e Canton, Facchetti e Messina a quota 1. Sono 11 (come ha fatto anche lo Stresa, unica compagine a segno in tutti i 24 incontri disputati, Coppa inclusa) finora i successi conquistati, di cui ben 8 in trasferta, soltanto a Villeneuve contro l'Aygreville è stata fermata sul pareggio 1-1 e da quella partita del 14 novembre non ha più subìto reti, con la porta che è inviolata da 457 minuti. Ha subìto 12 gol, meglio di lei hanno fatto nel girone B il Giovanile Centallo e l'Alba calcio che il 6 gennaio ha vinto la Coppa Italia di Eccellenza, sconfiggendo il Borgaro che nelle intense semifinali ha estromesso dall'atto conclusivo proprio uno stoico Stresa che si è dovuto arrendere a testa alta alla compagine di Giuseppe Cacciatore che riposerà questa domenica. Nel retour di match di Coppa, lo scorso 22 dicembre, è ritornato in campo dopo 4 mesi il centrocampista omegnese Alessandro Perini, che nel girone di ritorno potrà essere una pedina fondamentale nello scacchiere di Giorgio Rotolo, che in questo scontro al vertice non avrà a disposizione Stefano Mancuso e lo squalificato Lancine Coulibaly, ma potrà contare su Stefano Venco, centrocampista diciannovenne giunto in prestito dall'Arconatese, con esperienze nelle giovanili di Como e Triestina. Nella squadra del direttore generale Luca Varacalli rientrano dopo un turno di squalifica Facchetti e Davide Gila, mentre il giudice sportivo ha fermato il difensore centrale Nicolò Pavan. Dopo che a ottobre era giunto dal Pont Donnaz il difensore Andrea Ruatto (2001) e a novembre il mediano argentino Mauro Stefano Bottari (1992), svincolato dal Brindisi e in precedenza ha militato coi baresi del Gravina, nella sessione di mercato dicembrina, ci sono stati dei nuovi innesti in rosa. Sono arrivati li difensore  Fedrico Fontana (2002), in prestito dal Livorno e l'anno scorso 8 presenze nel Casale,  l'attaccante Davide Mastaj nato a Castel Volturno in provincia di Caserta il 30 aprile 1998, cresciuto calcisticamente nel Parma, poi approdato a Trapani, Carpi, Gozzano (21 presenze e 3 gol l'anno scorso con i rossoblu vittoriosi del campionato di serie d girone A) e poi ai bresciani del Lumezzane. Ci sono tutti i presupposti per una grande partita e una giornata di sano sport e la direzione di gara è stata affidata a un arbitro di serie D, il signor Nicolò Zammarchi della sezione romagnola di Cesena.

SPONSOR

Copyright © Stresa Sportiva 2022

Template by Joomla 2.5 Templates